Menu

le storie sono ovunque

È difficile restare arrabbiati quando c'è tanta bellezza nel mondo (Lester Burnham)

Ti guardo dormire

Ho scritto questa poesia un mattino presto, di getto, mentre l’amore della mia vita dormiva nella stanza accanto. È il privilegio di alzarsi per prima, che lo ha reso possibile.

Ti guardo
dormire
un mattino
che sveglia
già sono
ma sono
sicura
che in sogno
mi guardi
dormire
una sera
che dopo
una cena
di pizza e formaggio
di valle, spumante
gelato e nespresso
ti ho espresso
un pensiero
bagnato
che lento
mi calma
la testa:
mi piace
guardarti
dormire
di giorno
raccolta
nel morbido
sacco
di piume
divano
cuscini
pupazzi
respiri
ti guardo
se muovi
la bocca
un po’ strana
capisco
che sogni
di nuovo
di me
che mi guardi
dormire
di notte
coi piedi
incollati
ai tuoi piedi
le mani
schiacciate
lì sotto
il cuscino
lavanda
profuma
di sonno
la stanza
silenzio
ci avvolge
di stoffa
pesante
la sveglia
la stufa
si accende
e ho fame
fumante
di caffè
bollente
è pronto
il mattino
comincia
e ti guardo
dormire
di nuovo.

Lascia un commento

Hai detto biscotti? Non ancora, mi servono maggiori info.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi