Menu

le storie sono ovunque

È difficile restare arrabbiati quando c'è tanta bellezza nel mondo (Lester Burnham)

Se mi chiedi come sto

Come stai?
Bene.
È estate, fa caldo.
Si suda.
Ah, pure tu?
Quando sarà inverno farà freddo.
Lo capirai dal maglione.
Di lana.
Di quella bella spessa.
In autunno e primavera non risponderò.
Non c’è molto da dire, nelle mezze stagioni.

Come stai?
Il solito.
Sono stanca.
Lavoro molto.
Hai sentito che caldo, oggi?
Di nuovo.

Come stai?
Che vuoi sapere?
Perché ti importa?
A me non importa
di come sto.
Perché a te sì?
Tutte queste domande,
perché?
Chi vuole saperlo,
veramente?

Come sto?
Zitta.
Nel dubbio.
Non voglio che mi odi.
Non voglio
non piacerti.
Chi sta zitta
piace
(dicono).

Come stai?
Mi vergogno.
Ne avrei di cose da raccontarti.
Ho un sogno
che mi ribolle nella testa
ribolle così forte
che non sento più niente.

Come sto?
Ferma.
Chi sta ferma,
nel dubbio,
non perde niente.
Le chiavi,
il sapone,
un amico,
niente.

Come stai?
Bene.
A domanda
rispondo.
A domanda retorica
rispondo retorica.

Come stai?
Cosa vuoi sapere,
esattamente?

Lascia un commento

Hai detto biscotti? Non ancora, mi servono maggiori info.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi