Menu

le storie sono ovunque

È difficile restare arrabbiati quando c'è tanta bellezza nel mondo (Lester Burnham)

Rifiuti rifiutati

Questo è un post che ho scritto su Facebook, quando ancora avevo un profilo su Facebook, e in un certo senso racconta del mio complicato rapporto con la spazzatura.

Poco fa ho realizzato, forse per la prima volta, di aver gettato nella spazzatura interi anni della mia vita. Letteralmente. Tutti i miei diari e quaderni dalle medie ai giorni nostri. Le riviste di ragazzina, che compravo dalla giornalaia del paese, che mia nonna mi rubava perché erano indecenti, e che mio padre con pazienza andava a riprendermi.

Le lettere delle amiche del cuore di allora, che non vedo e non sento da tempo. I giornalini di pettegolezzi del paese che componevo per farle ridere. Le lettere delle amiche di penna, una svedese e una tedesca, a cui scrivevo in inglese. Le musicassette registrate alla radio, tenendo il dito sospeso sul tasto Rec mentre il Dj annunciava la canzone che volevo. La collezione di schede telefoniche usate e le sorprese degli ovetti Kinder. Ho gettato via tutto molto tempo fa, e in quel momento ero sicura che stavo facendo la cosa giusta, che quella persona non c’era più, forse non era mai esistita, e che alla nuova me non importava di quel passato. Oggi, forse per la prima volta, penso che tutte quelle scartoffie erano comunque me. Era la mia vita. Non spensierata, non compresa, non dichiarata, ma era la mia vita. Tu che invece hai conservato tutto, magari con quel pizzico di ossessività, ecco, sappi che in questo momento ti sto ammirando moltissimo.

Lascia un commento

Hai detto biscotti? Non ancora, mi servono maggiori info.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi