Menu

le storie sono ovunque

È difficile restare arrabbiati quando c'è tanta bellezza nel mondo (Lester Burnham)

Mia zia

Questo è un post che ho scritto su Facebook, quando ancora avevo un profilo su Facebook, e in cui racconto un momento trascorso insieme a una mia anziana zia.

Ieri ho passato la giornata con mia prozia, che ha 89 anni e da circa 20 (vedovanza, ricovero, coma, ritorno a casa) ha deciso che la vita è quello che succede fra una vacanza e l’altra. Ha un cellulare comprato all’Amplifon che non sente mai squillare, a malapena sa scorrere l’elenco delle chiamate perse.

È abbonata ai Meridiani e a Medioevo, ma non ha tempo di leggerli perché in casa c’è sempre qualcosa da pulire. Ieri, dopo pranzo, si siede vicino a me e mi fa una domanda: voi che avete quei telefoni che gli fate una domanda e il telefono vi risponde, giusto? Ecco, quando ero in Basilicata la settimana scorsa, la guida ci ha detto che la famiglia dei Doria aveva dei possedimenti nel Sud, che glieli avevano concessi i Borboni, e Andrea Doria governava su Melfi e dintorni, e che Palazzo Tursi si chiama Palazzo Tursi perché Tursi è un paesino vicino a Matera che rientrava nei possedimenti dei Doria, e io allora ho chiesto alla guida come i Doria fossero arrivati a questo incontro con i Borboni, ma la guida non me lo ha saputo spiegare, e allora, ecco, lo puoi mica chiedere al tuo telefono?

E fu così che mia zia, 89 anni, scoprì che esiste Wikipedia, e che per consultare altre pagine dell’enciclopedia si deve premere il dito indice sulle parole blu.

Lascia un commento

Hai detto biscotti? Non ancora, mi servono maggiori info.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi